Tambomachay… e l’acqua che purifica i Guerrieri…

In questo luogo, troviamo parte del famoso cammino Incas, e si nota una zona dove cambiano le morfologie delle pietre, usate per accogliere l’acqua, considerata Sacra e fonte divina della vita…

677 (FILEminimizer)

in questi luoghi strategici, dispersi da Dio, le varie sentinelle, comunicavano tra le varie torri di vedetta, con ( EL CHIPU) una sorta di corde colorate…

erano codici per comunicare…

potevano essere usati solamente da pochi eletti tra i quali le famiglie nobili degli Incas…

La scrittura degli Incas, la trovi nella ceramica, nei tessuti, sopra le cose che dava la natura, era un espressione semplice, che diceva molto sul loro stile di vita…

Le conchiglie erano pregiatissime, venivano gradite ben più dell’oro, come regalo ai nobili…perché, la parte interna della conchiglia , al sole si illuminava ed serviva per avvicinarsi sempre più al Dio Sole…oltretutto questo era un oggetto della Natura che veniva dal Mare che a sua volta era considerato un Dio…

In questo Luogo considerato sacro, l’acqua sgorgava in continuazione, giorno e notte, incessantemente…

la particolarità e il mistero è che nessuno sa da dove provenga… ( anche questo luogo era considerato una sorta di casa vacanze dagli Inca).

Da qui si passava per rinnovare lo spirito, per purificarsi e poi proseguire per Cuzco…

683 (FILEminimizer)

Nell’epoca Inca, questa era considerata l’entrata per Cuzco.

Cuzco era una ” ciudad Mas sacrada” una città sacra e questo luogo serviva come luogo per purificarsi prima di poter accedere…

E’ impressionante, notare come gli Incas, fossero dediti al lavoro e alla costruzione di opere che vivono ancora oggi…

loro costruivano per Sempre…

Author: Chef in Viaggio

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This